Tel: +39 055 587829 [Firenze] +39 06 6893402 [Roma]

“I diritti dei più fragili”: un libro, un movimento, un progetto normativo

L’Avv. Antonella Catte interviene alla presentazione dell’opera di Paolo Cendon

Firenze, 26 novembre 2019, Sala Dino Campana, Biblioteca delle Oblate, Via dell’Oriuolo 24, Firenze, 17.00-19.00

Diritti in Movimento Toscana, in collaborazione con il Comune di Firenze e AMI Toscana

Firenze torna a presentare l’opera di Paolo Cendon I diritti dei più fragili. L’Autore ha fatto seguire, all’uscita del testo, la fondazione di Diritti in Movimento, un sodalizio che si propone di portare sui tavoli istituzionali e in altri contesti il tema della fragilità come condizione esistenziale soggetto di diritti. Oggi quel sodalizio, presieduto dal suo ideatore, è una associazione con rappresentanze regionali e ha realizzato numerose iniziative sulle molte declinazioni del tema che costituisce l’oggetto della sua azione.

Paolo Cendon ha ricevuto di recente, dal Ministro della Giustizia, l’incarico di avviare un Tavolo di lavoro finalizzato ad elaborare norme che rispondano ai bisogni dei soggetti fragili. E anche di questo si parlerà a Firenze.

Coordina: Gemma Brandi, Coordinatore di DM Toscana

Interverrà: Andrea Vannucci, Assessore al Welfare del Comune di Firenze

Introduce Gianni Baldini, Presidente AMI Toscana

LE PAROLE DI PAOLO CENDON

Discussant:

Dr. Luca Giacomelli, Dottore di ricerca in Diritto Costituzionale e Diritto Comparato

Interventi preordinati:

Avv. Mariagrazia Caruso, Coordinatore DM Sicilia

Avv. Antonella Catte, Direttivo AMI Toscana


MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Verranno accettate le prime 120 iscrizioni ricevute telematicamente attraverso l’area riservata Sfera alla quale si potrà accedere dal link presente sulla pagina dell’evento pubblicato sul sito www.aamiavvocati.it. Si invita, inoltre, a dare notizia tempestiva di eventuali disdette della partecipazione (attraverso l’area Sfera) per consentire l’ammissione dei colleghi esclusi.

CREDITI FORMATIVI:

Ai sensi dell’art. 19, comma 1, lettera a) del nuovo Regolamento per la formazione professionale n. 6 approvato dal CNF il 16/07/2014, per la partecipazione all’incontro sono stati richiesti n.3 crediti formativi . Si specifica, altresì, che ai sensi dell’art. 19, comma 5 dello stesso regolamento, per la partecipazione agli eventi della durata diurna o mezza giornata i crediti formativi verranno riconosciuti solo qualora risulti documentata la partecipazione dell’iscritto all’intero evento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *